Né grandi, né piccoli. Concentrati.
Non siamo un’agenzia; non siamo uno studio grafico. Siamo persone e, da oltre vent’anni, facciamo con passione il nostro lavoro, per clienti che ricercano la comunicazione umana, oltre che aziendale.

CDG, semplicemente il mio acronimo, insieme ad arte e comunicazione: due sostantivi che sintetizzano le mie passioni e il mio lavoro.
L’Arte - la più alta manifestazione di mestiere, che aggiunge valore estetico al talento inventivo ed espressivo dell’uomo - è la mia fonte d’ispirazione; la comunicazione, il mio obiettivo. Sposare e declinare questi due termini nel mio lavoro è per me il massimo del risultato.
Nasco come freelance, lavorando principalmente per l’agenzia della Winchester Italia. Tra aerografo e fotomeccaniche muovo i miei primi passi, respirando l’odore dello Spray Mount, usato per incollare strisce di fotocomposizioni e realizzare mockup. Ebbene sì, quando ho cominciato il mio mestiere il computer non era ancora diffuso, internet non esisteva e per scattare fotografie si usavano macchina fotografica e pellicola. Di lì a breve, il computer sconvolgerà tutti i canoni lavorativi; messo in vendita il mio grande tavolo da disegno con annesso tecnigrafo e sgombrata la scrivania di frisket, righe e taglierino, acquisto il mio primo Mac e approccio lo studio di programmi come illustrator, Xpress e Photoshop senza avere ancora ben chiaro come fare in maniera virtuale un lavoro eseguito manualmente in ogni passaggio fino al giorno prima. Un cambiamento epocale, un approccio totalmente innovativo di lavorare: più rapido, economico e ancora più creativo, sostenuto dalla solida esperienza "manuale" acquisita.
Qualche anno dopo, l’incontro con un fotografo professionista dà vita ad una società, fondata con passione ed entusiasmo nel 1998: Pera&Mela snc, prezioso file archiviato alla fine del 2016. Sono anni ricchi di esperienze lavorative in diversi settori e per clienti eterogenei, come Italiatour, Cotral, Irish Film Festa e la Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea.

Oggi sono CDG arte&comunicazione, struttura che si avvale di un team di professionisti, grazie a collaborazioni consolidate negli anni in ambiti multidisciplinari, per realizzare progetti di comunicazione integrata, basati su creatività e professionalità, realizzati sempre con lo stesso entusiasmo e la stessa passione che mi hanno spinta a scegliere questo lavoro.

  • I primi still life li ho visti scattare con un banco ottico, ovviamente analogico; la "signora" Sinar, come la chiamava Fernando Muscinelli, pubblicitario e fotografo, mio primo maestro.

  • Il mio primo Mac, modello Quadra 700. Una scatola magica, che un po' mi intimoriva e un po' mi incuriosiva...

  • Non amo le armi, ma questa pistola è stata un mio grande amore. Caricata di colore (la pistola) e armata di molta la pazienza (io), ho realizzato tantissime illustrazioni con il mio aerografo.

  • Con l'aerografo sperimento l'illustrazione iperrealistica; il risultato è di grande impatto.